giovedì 1 dicembre 2011

Parole





Non serve la corda per legarti
non serve la frusta per ferirti


bastano le Mie parole
che entrano nella tua mente, ti bloccano
impediscono ogni tuo movimento
ogni pensiero libero
quelle parole che ti accarezzano
ti feriscono
ti prendono
ti allontanano


entrano nella tua mente docilmente
poi esplodono in mille pensieri
mille colori
mille dolori
attanagliano la tua mente
rendono tutto pieno di luce
colmo di buio
in profondità


e ti fanno desiderare di non essere di fronte a Me
ma nello stesso momento
lo consideri l'unico posto dove puoi essere ....
parole, semplici parole
solo parole ....
ma sono Parole di 



 Oeil du Maitre





4 commenti:

  1. Potenza delle parole...

    RispondiElimina
  2. il mio futuro padrone e io sua futura schiava stiamo incominciando un rapporto senza sapere nulla. Eppure impariamo, ma molto lentamente, e senza leggere nulla. Siamo in inizi. La cosa piú curiosa é che né lui lo sapeva ne lo sa pienamente, ne io neanche lo so pienamente. Ma l'evidenza é ogni volta piú chiara.Tutto incominció la prima volta che ci guardammo a gli occhi: lo sapevamo, essendo ancora vergini, ci eravamo riconosciuti. Le cose si svolgono molto lentamente,come un germoglio che cresce dalla sua radice. Mi piacerebbe dire che questi rapporti giá esistevano nel principio della creazione, non é una moda di oggi né un fatto moderno. Secoli fa non c'era neanche nessuna informazione, eppure schiava e padrone si riconoscevano solo guardandosi negli occhi e sapevano quello che dovevano fare per puro instinto naturale . Strano il fatto, no? Lei che ne pensa?

    RispondiElimina
  3. Scusi, sono la ragazza del commento anteriore. Il fatto strano é che lui incominció instintivamente a comportarsi come un padrone e io come una schiava. Senza lui sapere nulla e come gli dico, in piena verginitá. Lui non é ne é stato mai promiscuo, e neanche io, magari perche avevamo perso l'interesse per non trovare il nostro complice, e ci sentivamo frustrati. Il giorno dell'incontro fu magico.Quando io ho visto che non capivo niente del suo atteggiamento né del mio, cosí genuino e naturale per noi, ma non comune, é solo da oggi che ho incominciato io a cercare su internet qualche risposta, e ho trovato il suo blog. Sí, é uno stile di vita, é una psicología difficile da definire, ma cosí si nasce e non si puó cambiare mai. Poi si impara, molto lentamente, senza fretta. Spero che i curiosi che entrano in questo blog abbiano una immagine diversa del fatto, perché ne ho lette di tutti i colori e non é giusto perche é amore.

    RispondiElimina
  4. ho sempre pensato e sostenuto, che, come hai scritto tu, questo genere di rapporti esista da sempre, e che ci si riconosce sempre, la fortuna sta nel fatto, come è capitato a voi, di incontrare colui o colei che è ci completa, a voi è capitato immediatamente ed ignari di tutto ciò che è questo mondo, per cui doppiamente fortunati, sostengo anche che nessuno nasce sapendo tutto, si impara crescendo, sbagliando ed anche godendo di ciò che apprendiamo, lo sguardo è determinante per comprendere tutto questo, e non trovo per nulla strano che l'istinto abbia il sopravvento su tutto, nel nostro intimo, sappiamo già se siamo Padroni o schiavi...
    non ti abbattere se leggi cose non vere o giudizi dati per scontati su questo mondo, come sempre, chi non conosce, giudica secondo i propri parametri che non possono essere il metro con cui misurare tutto.

    un sorriso
    Oeil du Maitre

    RispondiElimina